• 01.JPG
  • 02.JPG
  • 03.JPG
  • 05.JPG
  • 07.JPG
  • 08.JPG
  • 10.JPG
  • 11.JPG
  • 12.JPG
  • 13.JPG
  • 14.JPG
  • 16.JPG
  • 17.JPG
  • 18.JPG
  • 19.JPG
  • 21.JPG
  • 22.JPG
  • 23.JPG
  • 24.JPG
Terapie complementari

Terapie complementari (4)

Rieducazione Posturale

Venerdì, 05 Giugno 2015 00:00 Scritto da

La Rieducazione Posturale comprende una serie di esercizi e di consigli utili per la prevenzione e il trattamento delle algie vertebrali.


La maggior parte dei dolori di origine vertebrale è causata, oltre che dalle patologie vere e proprie, da movimenti e fattori che comportano un uso scorretto della colonna, quali vita sedentaria, stress, sovrappeso, posizioni di lavoro…

E’ necessario quindi affiancare al trattamento osteopatico la rieducazione posturale.

Il mantenimento delle curve fisiologiche è importantissimo per la resistenza della colonna vertebrale, che acquista una maggiore capacità di ammortizzare pressioni e sollecitazioni meccaniche.

Gli esercizi sono finalizzati ad allentare la compressione a livello discale, irrobustire la muscolatura di sostegno e a ripristinare l’elasticità muscolare, necessaria a favorire la mobilità articolare fisiologica.
 
La maggior parte degli esercizi posturali saranno effettuati con la colonna vertebrale in scarico (ossia il più possibile in assenza di gravità).


La rieducazione posturale è un aspetto importante nella cura delle patologie vertebrali e viene sempre inserita nel programma terapeutico consigliato al paziente.


Riabilitazione ATM – Cranio Cervico Mandibolare

Venerdì, 05 Giugno 2015 00:00 Scritto da

Riabilitazione  Cranio Cervico Mandibolare (ATM)

  • Disturbi dell’articolazione temporo mandibolare (ATM)
  • Disturbi della deglutizione
  • Disturbi dell’occlusione correlati alla postura
  • Disturbi della motilità linguale

Trattamenti Osteopatici in correlazione con l’Ortodonzia (mobile o fissa), alla Chirurgia Maxillo-Facciale e alla Gnatologia (utilizzo del Bite).

Il paziente prima di essere preso in cura deve essere stato visitato da uno specialista odontoiatra.


Riabilitazione ortopedica

Venerdì, 05 Giugno 2015 00:00 Scritto da

Principali indicazioni al trattamento:

  • Esiti di chirurgia della spalla
  • Esiti di chirurgia del gomito
  • Esiti di chirurgia della mano
  • Esiti di chirurgia del ginocchio
  • Esiti di chirurgia vertebrale
  • Esiti di chirurgia dell'anca
  • Esiti di chirurgia maxillo-facciale
  • Esiti di chirurgia oculare
  • Esiti di chirurgia estetica

 

 

Il paziente prima di essere preso in cura deve essere stato visitato da un medico specialista.


Riabilitazione Oto-Vestibolare

Venerdì, 05 Giugno 2015 00:00 Scritto da

La terapia riabilitativa vestibolare classica è una terapia funzionale e non è dunque in grado di interferire con gli agenti etiologici e coi meccanismi patogenetici.

Il suo obiettivo è esclusivamente il ripristino delle funzioni alterate ottenute favorendo l’attività adattativa–compensatoria o inducendo l’abitudine allo stato patologico. Le sue strategie non sono dunque in relazione con il tipo di patologia, ma con la situazione funzionale del sistema vestibolare e delle sue componenti. Per questo motivo il tentativo riabilitativo deve essere sempre preceduto da parte del terapista da una accurata valutazione della funzione delle varie componenti del controllo oculomotorio e posturale del soggetto, comprendendo anche perciò l’apparato muscolo scheletrico. In tal modo si riesce a individuare correttamente i riflessi che necessitano di correzione e quelli invece che hanno capacità di vicariare la funzione lesa.

L’evoluzione del trattamento fisioterapico classico può essere il trattamento osteopatico, in particolare quello cranio sacrale in associazione al trattamento strutturale scheletrico. L’azione su queste due strutture produce un riequilibrio dei vari sistemi recettoriali del paziente inducendo un miglioramento sostanziale della sua sintomatologia.


Protocollo di trattamento otovestibolare classico

La Riabilitazione vestibolare prevede 4 fasi fondamentali:

  1. selezione dei pazienti
  2. programmazione dei protocolli
  3. svolgimento degli esercizi
  4. monitoraggio dei risultati

Le tecniche di riabilitazione vestibolare prevedono essenzialmente 2 metodiche:

A. tecniche non strumentali
B. tecniche strumentali

Noi utiliziamo prevalentemente le prime che si differenziano in tecniche per la riabilitazione dell’oculomotricità e tecniche riabilitative della postura.

Del “gruppo” delle strumentali impieghiamo in special modo l’uso del tapis roulant e l’inseguimento oculare di mire.

Fino a qualche tempo fa si riteneva che la sola indicazione al trattamento riabilitativo fosse la lesione periferica. Ma un criterio di selezione dei pazienti di questo tipo è veramente molto limitativo. Infatti il compito della rieducazione in questo tipo di pazienti è quello di accelerare il recupero del compenso spontaneo.

Molto più interessante è il caso della lesione del Sistema Nervoso Centrale che coinvolga anche i centri deputati alla riprogrammazione adattativa. In questi soggetti, constatata la scarsa attività della terapia farmacologica, l’approccio riabilitativo risulta spesso determinante e capace di produrre risultati spesso sorprendenti.

Controindicazioni:

  • difficoltà o non disponibilità a collaborare
  • stato ansioso-depressivo grave
  • patologia evolutiva o comunque non stabilizzata (M. di Meniere in fase iniziale)

La valutazione delle limitazioni di organi extravestibolari sono effettuate mediante l'utilizzo di una serie i test:

  • test posturologici (Verticale di Barrè - Test degli indici - Test di Romberg Posturale - Test della Marcia
  • Esame stabilometrico
  • Esame al podoscopio


Indicazione al trattamento otovestibolare:

A) Lesioni centrali o miste
B) Lesioni periferiche con disturbi compensativi perduranti da più di sei mesi

Tutti i pazienti prima dell’ingresso in riabilitazione devono essere valutati con:

  • Visita Otorinolaringoiatrica
  • Stabilometria statica 
  • Impedenzometria con studio dei Riflessi Cocleo-stapediali
  • Videonistagmoscopia:
    • ricerca del nistagmo spontaneo
    • H.S.T.
    • ricerca del nistagmo di posizione e di posizionamento
  • Studio della marcia
  • Esami cocleo-vestibolari
    • Prove caloriche (sec. FITZGERALD-HALLPIKE) 
    • Test rotoacceleratori
  • Studio computerizzato dei movimenti oculari: SACCADICI E PURSUIT

 

Il paziente prima di essere preso in cura deve essere stato visitato da un medico specialista.


 

colite


PRENOTA UN APPUNTAMENTO

+39 049 8934703


INVIACI UNA RICHIESTA

info@osteocenter.it


DOVE SIAMO

Vigonza - Padova